Coronavirus

Informazioni attuali

Comunicato del 29 ottobre 2020

Con la presente vi comunichiamo tutte le informazioni importanti sulle conseguenze che comporta il coronavirus per il nostro esercizio, i nostri ospiti e in merito al nostro piano di protezione.

Obbligo d’indossare la protezione per naso e bocca in tutti gli spazi chiusi accessibili al pubblico

In conformità alla decisione del Consiglio federale, a partire da giovedì 29 ottobre, le persone di età superiore a 12 anni devono indossare una protezione per naso e bocca in tutti gli spazi chiusi accessibili al pubblico. Per il settore degli impianti di risalita ciò significa che da subito vige l’obbligo di portare una protezione facciale nei settori di accesso agli impianti. La protezione per bocca e naso è obbligatoria anche all’aperto, dove non è possibile mantenere la distanza minima di 1,5 metri (zona di attesa, seggiovie, skilift, ecc.). Naturalmente, l’obbligo della protezione vige anche a bordo delle funivie di Corvatsch/Furtschellas e Diavolezza/Lagalb.

Nuovo è l’obbligo d’indossare la protezione nelle strutture della ristorazione sia stando in piedi che muovendosi all’interno in un locale. Anche sulle terrazze vige l’obbligo della mascherina, che può altresì essere tolta quando si ha preso posto al tavolo. Il consumo al tavolo (anche in terrazza) è consentito per un massimo di 4 persone, fatta eccezione per i genitori con figli.

Le seguenti misure servono a proteggere i nostri ospiti e collaboratori:

  • rispettare le regole relative al distanziamento
  • indossare la protezione per naso e bocca
  • osservare le regole d’igiene
  • pagare senza denaro contante
  • portare via con sé gli opuscoli sfogliati
  • puliamo regolarmente

Misure di protezione 

Le società Corvatsch AG e Diavolezza Lagalb AG hanno attuato il piano di protezione in conformità alle raccomandazioni dell’associazione Funivie svizzere. Le cabine di grandi dimensioni vengono regolarmente sottoposte a disinfezione attraverso una nebulizzazione altamente efficace a base di acqua ossigenata. «Allo stesso tempo facciamo altresì appello alla responsabilità personale e alla solidarietà dei nostri ospiti», sottolinea Markus Moser.

Le seguenti misure di protezione vanno osservate a bordo delle funivie e nelle strutture della ristorazione

Trasporto: Così ci proteggiamo noi e i nostri ospiti
Gastronomia: Così proteggiamo noi e i nostri ospiti

 

Piani di protezione delle società Corvatsch AG e Diavolezza Lagalb AG

Piano di protezione funivie e ospiti  (in tedesco)
Piano di protezione gastronomia (in tedesco)
Piano di protezione collaboratori e aziende terze_DE_IT

 

Piano di protezione VR Glacier Experience, stazione a valle della Diavolezza

Piano di protezione VR Glacier Experience (in tedesco)

 

 

Aiutateci a evitare le code: acquistate gli skipass online e ricaricate il vostro supporto dati 

Per rispettare le misure d’igiene all’acquisto del biglietto e per limitare le code nella zona delle biglietterie, vi consigliamo di acquistare, ove possibile, il vostro biglietto/abbonamento nel nostro online shop. Chi dispone di un supporto dati della stagione precedente, è pregato di caricarlo direttamente durante la prenotazione online.

Obbligo d’indossare una protezione bocca-naso in tutto il comprensorio sciistico, piste escluse

Il comprensorio sciistico Corvatsch/Furtschellas e Diavolezza/Lagalb applica il piano di protezione dell’associazione Funivie Svizzere, che si basa sulle ultime misure adottate dal Consiglio federale. Dall’inizio della stagione invernale entrano in vigore gli obblighi seguenti:

  • la copertura di bocca e naso è obbligatoria in tutte le zone di attesa, sia all’aperto che all’interno, come pure in luoghi densamente frequentati come parcheggi, autosili, ecc.
  • a bordo di tutti gli impianti di trasporto, anche sugli skilift e sulle seggiovie, la protezione bocca-naso è obbligatoria; ciò vale anche per le zone di attesa.

Come in tutta la Svizzera, tutte le persone di età superiore ai 12 anni sono soggette all’obbligo della protezione bocca-naso.

Anche negli esercizi di ristorazione la protezione bocca-naso va indossata finché ci si muove nel locale e può essere tolta quando si è seduti al tavolo.

Domande e risposte

Quando inizia la stagione invernale 2020/21?

Il primo giorno di apertura delle piste engadinesi ha luogo come previsto il 17 ottobre sulla Diavolezza. L’apertura delle piste dei comprensori di Corvatsch è prevista il 28 novembre 2020. In questa stagione le attività sciistiche e lo snowboard subiranno alcune modifiche. A prescindere da questo fatto siamo convinti che la nostra area sciistica sia sinonimo di un inverno all’insegna di giornate indimenticabili e rilassanti sulla neve, grazie ai 300 km di piste che garantiscono condizioni di sicurezza e distanza.

Come si presenta il piano di protezione degli impianti di risalita durante la stagione invernale?

I gestori degli impianti di risalita dell’Alta Engadina applicano le misure di protezione stabilite dall’associazione di categoria «Funivie Svizzere». In generale vale: i gestori di tutti gli impianti di risalita dipendono dalle autorità preposte alla sicurezza dell’Ufficio federale dei trasporti (UFT) e sono equiparati ai trasporti pubblici. Concretamente ciò significa che, come in tutti i mezzi di trasporto pubblico, gli utenti sono obbligati a indossare una copertura di bocca e naso in caso di trasporto al chiuso (funicolari, cabinovie e funivie). Anche nei locali chiusi, ad es. nelle aree di accesso ecc. vige l’obbligo della protezione bocca-naso. Negli impianti di trasporto di piccole dimensioni, su skilift e seggiovie vige l’OBBLIGO della mascherina.

Il legislatore e l’autorità sanitaria non prevedono restrizioni della capienza massima di persone sugli impianti di trasporto. In tutti gli impianti di risalita coperti, il tempo di percorrenza è inferiore al tempo critico di contatto di 15 minuti. Nel caso di un aumento del numero di passeggeri e per evitare un superamento della capacità di trasporto massima, si effettueranno delle corse intermedie a scadenze regolari.

Come si presenta il piano di protezione nei ristoranti di montagna?

Le strutture gastronomiche e i bar in vetta hanno predisposto il piano di protezione del settore di categoria GastroSuisse. Concretamente ciò significa che, il distanziamento minimo nonché il tracciamento dei contatti sono garantiti come pure l’attuamento delle misure igieniche. Una disposizione cantonale prescrive l’obbligo dell’uso di una protezione bocca-naso all’interno degli esercizi, sia stando in piedi che in movimento. La mascherina può essere tolta quando si è seduti al tavolo. 

Come avviene il rimborso dello skipass in caso di chiusura degli impianti?

Se in seguito a una pandemia (lockdown) le autorità dispongono la sospensione dell’esercizio di tutti gli impianti dell’Alta Engadina, il rimborso del prezzo d’acquisto dello skipass e degli abbonamenti avviene sotto forma di un buono, che potrà essere riscosso all’acquisto di uno skipass o abbonamento.

Calcolo del rimborso (parziale): prezzo d’acquisto / periodo di validità * giorni della chiusura ordinata ufficialmente.

Rimborso degli skipass se l’Engadina e la Svizzera figurano sulla lista dei paesi con obbligo di quarantena o rischio di contagio 

Non è previsto alcun rimborso dello skipass o dell’abbonamento se la Svizzera o l’Engadina dovessero figurare su una lista con rischio di contagio o in cui vige l’obbligo di quarantena oppure l’Alta Engadina non è raggiungibile per motivi di salute. A tale scopo e in generale, gli impianti di risalita dell’Alta Engadina consigliano di stipulare un’assicurazione viaggi. 

Le scuole di sci dispongono di un piano di protezione?

Ogni «Scuola svizzera di sci» dell’Alta Engadina (Corvatsch-Pontresina, St. Moritz, Suvretta, Zuoz) addotta delle misure di protezione. Le lezioni si svolgono normalmente sulle piste da sci e da fondo applicando le distanze prescritte. Nei punti di ritrovo, dove si svolgono le premiazioni e se le distanze non possono essere rispettate, vige l’obbligo dell’uso della mascherina. Durante la pausa pranzo i bambini sono assistiti in conformità al piano di protezione valido per la gastronomia.

Ulteriori domande e risposte sulla situazione in Engadina
Informazioni aggiornate sull’Engadina
Informazioni aggiornate del Cantone

Corvatsch 3303
Corvatsch Park